- Advertisement -
Un posto al sole

Un posto al sole, chi è Tommaso: Roberto non si è mai perdonato per la morte di suo figlio

Filippo Sartori (Michelangelo Tommaso), Roberto Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli) e Tommaso Sartori (Michele Cesari) © Un Posto al Sole Rai
Filippo Sartori (Michelangelo Tommaso), Roberto Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli) e Tommaso Sartori (Michele Cesari) © Un Posto al Sole Rai

Tommaso è il figlio deceduto di Ferri e Valeria Somma: l’imprenditore non ha mai superato la sua morte e questo spiega la sua ossessione per Yusef

Nelle ultime puntate di Un posto al sole è stato nominato spesso Tommaso, il quarto figlio di Roberto Ferri, nato da un rapporto extraconiugale con Valeria Somma, moglie di Giorgio Sartori. Quest’ultimo ha allevato il ragazzo come se fosse suo figlio, ma da adulto Tommaso ha intrapreso una battaglia legale per essere riconosciuto dal suo vero padre.

Tommaso è stato dichiarato morto nel 2019 in Messico. Roberto, che si è sempre opposto al suo riconoscimento, non ha mai superato il senso di colpa per la prematura scomparsa del ragazzo. La battaglia che attualmente sta conducendo, ai limiti della follia, per il piccolo Tommyomonimo di suo figlio, è il risultato di questa traumatica esperienza.

Di seguito, un’analisi di questo personaggio e delle motivazioni che hanno spinto Ferri a incolparsi della sua morte.

Il figlio segreto di Roberto Ferri

Figlio di Roberto e fratello di Filippo, Tommaso è sempre stato un personaggio molto particolare e controverso. Dotato di una pungente ironia, che lo aveva reso popolare tra i fan di Upas, il giovane Ferri aveva anche una morale alquanto discutibile che lo ha portato a macchiarsi di alcuni crimini, tra cui la violenza carnale ai danni di Serena. Con quest’ultima, aveva avuto una relazione molto burrascosa che aveva portato alla nascita di un triangolo tra lui, la donna e Filippo.

Per molti, questo suo lato oscuro era forse il tratto più distintivo che lo accomunava a Roberto, a differenza di Filippo, fondamentalmente dotato di un animo gentile.

È probabile che Ferri avesse un rapporto di amore/odio verso questo ragazzo proprio perché si rivedeva in lui in alcuni tratti.

- Advertisement -

Cosa voleva Tommy?

Tommy, al suo arrivo, si abbatté come un fulmine sulle vite di Roberto e Filippo. Al momento del suo ingresso nelle trame, venne sottolineata la sua volontà di mettere le mani sull’ingente patrimonio di Ferri.

In seguito, si scoprirà però che la questione era molto più complessa di così.

Tommaso aveva, infatti, un gran bisogno di affetto e approvazione da parte di quel padre che non lo aveva mai riconosciuto. Roberto però se ne rese conto troppo tardi e, di fatto, non si perdonerà mai della sua morte, evidentemente conscio del fatto che se avesse accettato quel ragazzo, lo avrebbe potuto salvare dal suo destino orribile.

 

La morte di Tommaso

La morte di Tommaso è stata raccontata attraverso un flashback da Leonardo, personaggio ambiguo che, in un certo senso, si sostituì al ragazzo. Da quanto trapelato, il giovane Ferri si era messo in un brutto giro con alcuni narcos messicani che avevano portato alla sua fine. Il ragazzo verrà infatti ucciso in Messico, con alcuni colpi di pistola, da una banda di criminali.

Ad oggi, c’è chi pensa che il ragazzo abbia solo simulato la sua morte, ma come per altre vicende è stato confermato che Tommy è effettivamente morto. Lara, a conoscenza del segreto che tormentava Roberto, ha sfruttato subdolamente la vicenda, dando al “suo bambino” proprio il nome del figlio che Roberto aveva perso.

 

Sembra che il piano di Loredana sia riuscito oltre le aspettative, influenzando profondamente Ferri. Quest’ultimo, spinto da un desiderio di redenzione, ha iniziato a vedere nel piccolo Yusef una possibilità di riscatto e una seconda chance per fare pace con la propria coscienza riguardo alla morte di Tommaso.

Source: https://edition.cnn.com/
Back to top button
error: Content is protected !!

Adblock Detected

DISABLE ADBLOCK TO VIEW THIS CONTENT!